Un prodotto da "Nobel"

Anche se già in tempi remoti lo yogurt era considerato una medicina, probabilmente per il suo sapore acido, ma anche per gli effetti positivi sull’organismo già allora riconosciuti, la storia “scientifica” dello yogurt inizia con la fine dell’ottocento, quando il biologo Ilyich Metchnikov, ricercatore dell’Istituto Pasteur di Parigi, riesce ad isolare il Lactobacillus Bulgaricus, responsabile del processo di fermentazione che permette la trasformazione del latte in yogurt.

L’aggettivo Bulgaricus si deve al fatto che il campione di yogurt dal quale è stato isolato il bacillo proveniva da una popolazione bulgara famosa per l’alto consumo di yogurt e per la longevità.

Metchnikov aveva intuito che un consumo costante di questo alimento poteva fungere da disintossicante contro i batteri nocivi che si concentrano nell’intestino.

Secondo lo scienziato allievo del grande Pasteur, il consumo di yogurt avrebbe consentito di vivere fino a 150 anni.

Al di là di questa ingenuità, che risente probabilmente del clima positivistico dell’epoca, il professor Metchnikov fu insignito nel 1908 del premio Nobel per la medicina per il suo lavoro sull'immunologia e le sue scoperte sono ancora alla base della conoscenza di un alimento antico e modernissimo al tempo stesso.

I cookies sono piccoli file di testo che i siti inviano al computer/tablet/smartphone/ecc. degli utenti, dove vengono memorizzati per essere poi richiamati in occasione delle successive visite dei medesimi utenti. In questo modo il sito web potrà adattarsi automaticamente migliorando l’esperienza di navigazione.

 

Navigando su questo sito, è possibile ricevere solo cookies inviati direttamente dal nostro sito e gestiti da Assolatte - Associazione Italiana Lattiero Casearia - con sede legale in Milano, via Adige, 20, e-mail: assolatte@assolatte.it.

 

Assolatte utilizza solo cookies tecnici. Su questo sito non vengono utilizzati cookie di profilazione o cookies di terze parti.

 

I cookies tecnici si suddividono in:

- cookies di navigazione: sono volti a garantire la normale navigazione e fruizione del sito (permettendo, ad esempio, l'accesso alle aree riservate);

- cookies analytics: raccolgono informazioni sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito (ad esempio informazioni su quali pagine o sezioni di pagine vengono maggiormente visualizzate);

- cookies di funzionalità: permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (come ad esempio lingua, caratteri di testo, tipo di browser) al fine di migliorare il servizio reso.

 

Le informazioni vengono raccolte in forma aggregata e anonima.

 

Questi cookies sono abilitati automaticamente. I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte degli utenti, ma possono essere disabilitati.

 

Potrai, infatti, impostare il tuo browser in maniera da rifiutare automaticamente la ricezione dei cookie attivando l'apposita opzione.

 

Se non conosci il tipo e la versione di browser che stai utilizzando, clicca su “Aiuto” nella finestra del browser in alto, da cui puoi accedere a tutte le informazioni necessarie.

 

Il mancato utilizzo dei cookie tecnici, tuttavia, potrebbe comportare difficoltà nell'interazione con il presente sito.